Effetti collaterali del trenbolone: Pericolosi o esagerati?

Effetti collaterali del trenbolone: Pericolosi o esagerati?

Il Trenbolone è uno degli steroidi anabolizzanti più ambiti tra i culturisti a causa della sua potenza nel costruire massa muscolare magra contemporaneamente alla combustione dei grassi (senza causare ritenzione idrica).

Grazie alla sua versatilità, il Trenbolone può essere utilizzato con successo durante cicli di taglio o di aumento di massa, rendendolo uno degli AAS più esteticamente gradevoli sul mercato.

Anche se potrebbe non causare aumenti eccessivi nel peso complessivo, la sua capacità di aggiungere tessuto muscolare magro è rivalutata solo da Dianabol e Anadrol nella nostra esperienza.

Tuttavia, come con qualsiasi farmaco, se ci sono benefici notevoli, ci sono anche svantaggi altrettanto notevoli, e il Trenbolone non è un’eccezione.

Il Trenbolone Acetato potrebbe essere lo steroide più potente sul mercato per trasformare rapidamente la fisicità di un utente; tuttavia, l’abbiamo trovato anche tra i più dannosi (sia dal punto di vista fisiologico che psicologico).

Nota: Diversi esteri di Trenbolone (come acetato ed enantato) produrranno gli stessi effetti collaterali, poiché sono essenzialmente lo stesso composto. Tuttavia, a causa della diversa durata degli esteri e del picco dei livelli di testosterone sierico a velocità diverse, il momento degli effetti collaterali si verificherà in fasi diverse.

Ad esempio, alcuni dei nostri pazienti sperimentano gli effetti collaterali molto presto in un ciclo di Trenbolone Acetato, mentre potrebbe richiedere 1-2 settimane in più per notare lo stesso livello di effetti con l’Enantato (a causa dell’estere più lungo).

 

9 Effetti collaterali del trenbolone

1. Colesterolo e pressione sanguigna

 

Gli effetti collaterali più dannosi del Trenbolone che osserviamo sono le alterazioni del colesterolo, causando un aumento dello stress cardiovascolare e l’ipertrofia ventricolare sinistra.

Abbiamo visto che l’uso regolare di Trenbolone e altri steroidi anabolizzanti può portare alla miocardiopatia (malattia cardiaca). Pertanto, gli utenti con una predisposizione genetica a complicazioni cardiovascolari dovrebbero evitare il Trenbolone.

Non raccomandiamo l’uso di Trenbolone. Tuttavia, nel caso in cui alcuni dei nostri lettori scelgano questa via, abbiamo constatato che gli allenamenti cardiovascolari regolari e 4g/giorno di olio di pesce riducono la pressione sanguigna e migliorano il flusso sanguigno da e verso il cuore.

Tali misure non invertiranno completamente lo stress cardiovascolare causato dal Trenbolone; tuttavia, abbiamo constatato che riducono significativamente il rischio di aterosclerosi (indurimento delle arterie).

Il Trenbolone non dovrebbe essere accoppiato con steroidi orali come Dianabol, Anadrol o Winstrol, a causa dei loro devastanti effetti sui livelli di colesterolo. Nella nostra esperienza, gli steroidi orali sono particolarmente dannosi per il cuore, poiché stimolano l’epatica lipasi nel fegato, un enzima responsabile della diminuzione del colesterolo HDL (il colesterolo sano che riduce l’accumulo di placca).

Nota: Non accettiamo alcuna forma di pubblicità su Inside Bodybuilding. Monetizziamo la nostra pratica tramite consulenze mediche e raccomandazioni di integratori accuratamente scelti, che hanno dato ai nostri pazienti eccellenti risultati.

 

2. Soppressione del testosterone

 

Tutti gli steroidi anabolizzanti sopprimeranno la produzione naturale di testosterone, poiché l’amministrazione di testosterone esogeno fa sì che il corpo cessi la produzione endogena.

Quindi, quando una persona fa cicli di steroidi, vediamo che i loro livelli complessivi di testosterone aumentano, ma i loro livelli naturali di testosterone diminuiscono poiché il corpo rileva livelli eccessivi di ormone.

Questo provoca un effetto transitorio che alla fine porta a un crollo post-ciclo quando cessano le iniezioni di Trenbolone.

A causa della potente natura del Trenbolone, spesso vediamo che gli utenti si fermano completamente dopo il ciclo a causa dell’effetto grave di Tren sull’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi. Pertanto, i livelli naturali di testosterone possono impiegare diverse settimane o mesi per riprendersi ai livelli standard, con la durata che dipende dalla dose assunta, dalla durata del ciclo e dal protocollo di PCT (che può accelerare questo periodo di recupero).

Durante questo periodo di transizione, in cui i livelli di testosterone sono soppressi, i nostri pazienti hanno sperimentato depressione, disfunzione erettile, libido ridotta, bassi livelli di energia e diminuzione del benessere generale.

 

3. Possibile ginecomastia

 

L’aromatizzazione, ovvero la stimolazione dei recettori degli estrogeni, non si verificherà con il Trenbolone. Perciò, alcuni assumono che il Trenbolone non possa causare la ginecomastia, il che non è accurato.

L’estrogeno è solo uno degli ormoni sessuali femminili che, se presente in quantità sufficiente, può causare l’espansione del tessuto mammario femminile negli uomini. Abbiamo constatato che il Trenbolone aumenta significativamente la progesterone, che è anch’essa un ormone femminile responsabile della regolazione dei cicli mestruali nelle donne. Quando elevata a livelli eccessivi negli uomini, può verificarsi la lattazione, con la comparsa di capezzoli gonfi e potenzialmente ginecomastia.

In sostanza, la progesterone imita gli effetti di livelli elevati di estrogeni, con i progestinici che hanno un effetto stimolante sui tessuti nelle ghiandole mammarie.

Abbiamo notato che questo effetto peggiora se il Trenbolone viene accoppiato con steroidi estrogenici, come Dianabol, Testosterone o Anadrol, a causa di una maggiore dominanza degli ormoni sessuali femminili e di un ulteriore inibizione negativa del feedback del testosterone.

Curiosamente, abbiamo constatato che gli antiestrogeni sono efficaci nel prevenire l’insorgenza della ginecomastia indotta dalla progesterone.

In termini di opzioni antiestrogeniche, i culturisti possono optare per gli AI (inibitori dell’aromatasi) o i SERM (modulatori selettivi del recettore degli estrogeni).

Gli AI bloccano la conversione del testosterone in estrogeno, il che può peggiorare i livelli di colesterolo. Tuttavia, i SERM agiscono inibendo direttamente gli effetti degli estrogeni nelle ghiandole mammarie senza influire sull’aromatizzazione.

Il lato negativo degli AI è che possono peggiorare la pressione sanguigna, poiché sono necessari livelli adeguati di estrogeni per rapporti di colesterolo sani. Pertanto, in generale, i SERM sono una scelta più ottimale per prevenire la ginecomastia, poiché non influiscono negativamente sui lipidi ematici.

Tuttavia, i due SERM più popolari, Nolvadex e Clomid, non dovrebbero essere assunti con il Trenbolone, poiché possono aumentare i livelli di progesterone, peggiorando la ginecomastia indotta dal tren nella nostra esperienza.

Pertanto, sarebbe appropriato avere un AI pronto nel caso in cui i capezzoli inizino a gonfiarsi o a gonfiarsi. Abbiamo constatato che assumere un AI prima di questo punto spesso è inutile e solo aggraverebbe il già grave stress cardiovascolare che il Trenbolone comporta.

Due AI popolari che i culturisti assumono sono il letrozolo (Femara) e l’anastrozolo (Arimidex).

 

4. Acne vulgaris

 

Il Trenbolone è altamente androgeno, il che può causare un’eccessiva produzione di sebo, risultando in pelle oleosa e acne vulgaris.

Abbiamo osservato che gli utenti sensibili, che hanno naturalmente alti livelli di produzione di sebo, possono sperimentare acne cistica grave, che può assumere l’aspetto di palline da golf sotto la pelle.

Abbiamo ottenuto successo con prodotti come l’Accutane (isotretinoin) per eliminare l’acne nei pazienti in ciclo. L’Accutane è progettato per ridurre le ghiandole sebacee, riducendo l’accumulo di sebo e prevenendo così il blocco dei pori.

La ricerca ha dimostrato che 20 mg/giorno di Accutane (isotretinoin) è un trattamento altamente efficace e sicuro per l’acne moderata-severa (1). Vi sono anche prove che l’isotretinoina possiede effetti a lungo termine, contribuendo a prevenire future eruzioni acneiche.

5. Calvizie maschile

Il Trenbolone possiede uno dei più alti punteggi androgenici nella famiglia degli steroidi anabolizzanti, con un valore di 500.

Questa elevata androgenicità è distruttiva per i follicoli piliferi a causa dei livelli elevati di diidrotestosterone (DHT), causando ritiro e diradamento sul cuoio capelluto.

Il DHT provoca la miniaturizzazione dei follicoli piliferi e l’infiammazione del cuoio capelluto; tuttavia, la gravità della perdita di capelli e della calvizie totale sarà determinata dalla genetica di una persona.

Gli steroidi anabolizzanti (in particolare il Trenbolone) accelereranno la perdita di capelli se assunti frequentemente per un periodo significativo di tempo.

Gli steroidi anabolizzanti assunti a breve termine possono causare un certo diradamento o ritiro; tuttavia, spesso osserviamo che questo si inverte dopo il ciclo, quando i livelli di DHT si normalizzano.

Nota: Alcuni dei nostri pazienti con una forte predisposizione genetica possono assumere dosi elevate di steroidi androgenici (come il Trenbolone) per anni senza sperimentare una notevole perdita di capelli. Pertanto, questo effetto collaterale è in gran parte determinato dalla genetica.

I culturisti a volte utilizzano farmaci inibitori della 5-alfa-reduttasi, come il Finasteride, nel tentativo di bloccare la conversione del testosterone in DHT e quindi ridurre i danni ai follicoli sul cuoio capelluto.

Tuttavia, abbiamo constatato che la riduzione dei livelli di DHT può avere un effetto negativo sull’ipertrofia muscolare e sui guadagni di forza durante un ciclo. La ricerca suggerisce anche che il DHT è un ormone superiore per la costruzione muscolare rispetto al testosterone (2). Ciò è dovuto all’aumento dell’assorbimento degli aminoacidi e alla sintesi proteica nelle fibre muscolari a contrazione rapida (mentre il testosterone non lo fa).

6. Grasso viscerale

 

Molti steroidi anabolizzanti bruciano il grasso sottocutaneo ma aumentano i livelli di grasso viscerale.

Il grasso sottocutaneo è quello che si può vedere esternamente, mentre il grasso viscerale circonda gli organi interni sotto l’addome e non è visibile a occhio nudo.

Livelli elevati di grasso viscerale possono causare un aspetto gonfio o sporgente nella zona addominale, anche se una persona ha un basso livello di grasso corporeo sottocutaneo. L’aspetto della pancia incinta, comune tra i bodybuilder IFBB-pro, è dovuto all’alto grasso viscerale causato dall’assunzione di steroidi estrogenici.

L’estrogeno provoca un aumento della massa grassa viscerale, motivo per cui le donne tendono a accumulare più grasso corporeo nella zona addominale rispetto agli uomini.

Anche se il Trenbolone non si converte in estrogeno, vediamo che la progesterone imita certi effetti dell’estrogeno in relazione alla composizione corporea. Pertanto, è probabile che gli utenti di Tren sperimentino muscoli addominali più definiti, anche a discapito di uno stomaco potenzialmente più gonfio.

 

7. Ansia/depressione

 

Gli effetti collaterali del Trenbolone non sono solo fisici ma anche mentali, con i nostri pazienti che riportano comunemente sensazioni di irritabilità, ansia, paranoia e depressione (più di quanto accada con altri steroidi).

Tali effetti collaterali possono essere collegati al Trenbolone che ha un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale, causando un aumento della produzione di adrenalina e spingendo così gli utenti di Tren in uno stato di modalità di lotta o fuga.

Una tale alterazione chimica può portare le persone a percepire situazioni quotidiane normali come minacce. Ciò ha scatenato attacchi di panico e episodi di depressione nei nostri pazienti a causa del deplezione della serotonina nel cervello.

Non è chiaro perché il Trenbolone abbia un effetto stimolante più evidente rispetto ad altri steroidi anabolizzanti. Questo è uno dei motivi per cui alcuni culturisti evitano questo steroide per il benessere mentale ottimale.

Gli utenti di Trenbolone possono trarre beneficio da una dieta ricca di l-triptofano per contrastare i livelli elevati di adrenalina. L-tryptophan è un aminoacido che ha proprietà sedative (3), contribuendo a calmare il sistema nervoso. Non solo abbiamo visto che questo sopprime ansia e depressione, ma aiuta anche i culturisti ad addormentarsi più facilmente e migliora la qualità del loro sonno sotto il Tren.

Gli alimenti ricchi di l-tryptophan sono:

  • Latte intero
  • Tacchino
  • Pollo
  • Uova
  • Bistecca
  • Tonno

 

Tutti i suddetti sono anche fonti di proteine di alta qualità che aiuteranno nella sintesi proteica e nel recupero muscolare.

Nota: Abbiamo constatato che consumare ingenti quantità di carboidrati nello stesso pasto della fonte alimentare di l-tryptophan è importante, poiché i carboidrati depletano tutti i contenuti di aminoacidi nel flusso sanguigno, escludendo l-tryptophan. Ciò migliora significativamente l’assorbimento di l-tryptophan, poiché non c’è più concorrenza, migliorando così il suo valore biologico e gli effetti sedativi.

La combinazione di l-tryptophan e carboidrati è la ragione per cui molte persone fanno un pisolino (apparentemente involontario) poco dopo i pasti del Ringraziamento, risultato delle abbondanti quantità di tacchino e patate.

8. Tren Tosse

 

Il Trenbolone è noto per causare difficoltà respiratorie, conosciute come ‘Tren cough’, al momento dell’amministrazione. Si tratta essenzialmente di una violenta serie di tosse secca, di solito della durata di diversi secondi.

I culturisti presso la nostra clinica hanno anche lamentato una sensazione di oppressione al petto e un sapore metallico in bocca quando ciò accade.

Anche se i culturisti potrebbero sentirsi allarmati da questa sensazione, è comune e non è considerata pericolosa. I nostri pazienti segnalano che il ‘Tren cough’ si verifica in circa il 20% delle iniezioni.

Non è completamente noto perché il Trenbolone provochi tosse severa (più di altri steroidi iniettabili); tuttavia, una teoria suggerisce che le proprietà androgene siano il principale colpevole.

La potente natura androgenica del Trenbolone può causare vasocostrizione a causa dell’attivazione di lipidi infiammatori noti come prostaglandine.

La vasocostrizione della parete muscolare del bronco (nei polmoni) può innescare tale tosse immediatamente dopo l’iniezione.

Anche se i nostri pazienti hanno segnalato tosse anche dopo le iniezioni di Deca Durabolin o Testosterone, è meno comune rispetto al Trenbolone.

9. Virilizzazione nelle donne

 

Abbiamo riscontrato che il Trenbolone è ad alto rischio di causare effetti collaterali di virilizzazione nelle donne. Questi includono:

  • Ingrandimento del clitoride
  • Ipertrofia della mascella
  • Riduzione del seno
  • Voce più profonda

Questi effetti collaterali si verificano a causa delle potenti proprietà androgene del Trenbolone; quindi, il Tren dovrebbe essere rigorosamente evitato dalle donne che attribuiscono valore alla loro femminilità. Tuttavia, abbiamo trattato culturiste professioniste che sono state felici di scambiare questo aspetto della loro apparenza fisica pur di vincere le competizioni.

Tuttavia, ci sono opzioni di steroidi più adatte per le donne che desiderano aumentare la massa muscolare e bruciare grassi senza compromettere le loro caratteristiche sessuali, come:

Questi steroidi anabolizzanti producono anche effetti collaterali più lievi rispetto al Trenbolone, secondo la nostra esperienza. Specialmente per quanto riguarda i livelli di colesterolo e pressione sanguigna. Per ulteriori informazioni sulle opzioni di steroidi adatte alle donne, che fa riferimento alla ricerca medica pertinente e fornisce linee guida sulla dosaggio.

Sintesi

 

Gli effetti collaterali del Trenbolone sono a volte inconsisti, con alcuni utenti che sperimentano praticamente tutti quelli sopra menzionati, mentre altri ne sperimentano solo di lievi.

Tuttavia, nel complesso, abbiamo riscontrato che gli effetti collaterali del Trenbolone sono severi;

particolarmente per quanto riguarda il cuore e i danni all’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi (HPTA).

La gravità degli effetti collaterali dipenderà anche dal dosaggio e dalla durata del ciclo. Un tipico ciclo di Trenbolone prevede dosaggi che vanno da 150 a 225 mg/settimana in un ciclo di 8-10 settimane. Pertanto, dosaggi o cicli che superano questo presentano rischi aggiuntivi.

È anche importante notare che se il Trenbolone viene impilato con altri steroidi anabolizzanti, i suoi effetti collaterali saranno amplificati.

Pertanto, consigliamo vivamente ai lettori di non associare il Trenbolone a composti che hanno effetti deleteri sui livelli di colesterolo e sul cuore. Questi includono (ma non sono limitati a): Anadrol, Dianabol, Superdrol e Winstrol.

Il trenbolone viene generalmente assunto solo da bodybuilder esperti che hanno sviluppato una tolleranza a vari steroidi anabolizzanti prima di somministrarlo. Questo tipo di “cautela” da parte della comunità dei culturisti è saggia, dato che i nostri risultati di laboratorio e le ricerche mediche relative a questo composto ne dimostrano l’elevata tossicità.